It's oh so weird

È così duro essere un diamante in un mondo di brillanti

I pensieri pieni di scorpioni

Mi trovo allo stesso punto

pensavo di aver fatto dei passi

invece sono ancora ferma

non mi muovo.

E tu? Tu sei lontano

sei altrove,

non so con chi, non so quando, non so perchè

eppure sei via.

Ma io devo iniziare a correre

devo iniziare a correre

correre, correre, correre

per trovare dove sarò.

Annunci

I luoghi dove la mente va.

12207626_10153356453659164_729504771_n

La malinconia che ti assale
trascina tutto.
Il sorriso è spento
e gli occhi guardano
ma non trovano
perché non basta quel poco
che c’è.
Il potere che diamo
agli altri eroi
non fa di noi vittime
ma sognatori disillusi
frementi di gioia
che, come l’alba,
non tarda mai.

Mi chiedo spesso dove vanno a finire i ricordi.

Chissà come vivi e cosa pensi.

Chissà cosa ti rende felice e ti rattrista.

Consapevole delle tue ragioni, te me stai lì con te, senza badare ai tuoi rimorsi, a quei rumori che preferisci non ascoltare nel fondo della tua coscienza.

È più facile voltarsi dall’altra parte, me lo ripeto spesso anche io.

Ma non riesco a voltarmi ancora, non riesco a preferire altro a te. Perchè dovrei? Infondo non mi interessa.
O forse dovrei?

Sono diventata bulimica di illusioni, ne voglio ancora e ancora, fino a rendermi conto che non le voglio dentro di me e le tiro fuori nel modo più vigliacco di tutti.

A far l’amore comincia tu

Lato A
Ora è tutto a posto, tutto è tornato nei binari e nessuna scossa potrà smuovere più niente. Ho pianto interminabili notti e interminabili giorni, senza tregua, senza pace, consolata solo dalla disperazione di non poter tornare a sorridere, nell’inedia più totale. Guardavo indietro e vedevo luce, invece davanti a me solo le tenebre.Finalmente, sembra che la tempesta sia andata via, anche se io le nuvole in lontananza le vedo ancora, inutile cercare di guardare altrove per far finta che non ci siano. Non può piovere per sempre, dicevano, ma io alla minima goccia potrei diventare davvero un uragano impazzito che spazza via tutto.

Se a volte in una storia cerchi quello che non hai
anche se dura poco ti accontenti
ti sbagli perché puoi ottenere tutto ciò che vuoi

Lato B
Non capisco. Non risco a capire, non arriva niente di comprensibile da parte tua. Vorrei sapere cosa succede, vorrei sapere come fare, vorrei di più. Non so se ancora una volta mi sto stringendo in una morsa che mi uccide, non so se è giusto o sbagliato, so solo che lo vorrei. Sento quella malinconia che mi fa diventare intrattabile, che mi dà il mal di testa, che mi fa sospirare e fissare il vuoto. Questo niente mi rattrista ogni giorno di più.

“come l’alunna ascolta innamorata il suo giovane professore
lo porterà tra i libri stropicciati pieni di formule e di colori
porterà il suono di quelle lezioni che le hanno infiammato il cuore
ed è così che ogni particolare diventa pretesto per pensarti

Forse dovrei lasciar scorrere tutto così come viene, per una volta diventare davvero una piuma in balia del vento.

L’alfabeto dei film

images Risorgo dopo mesi, spinta ad ottemperare subitissimo i miei doveri da blogger (incredibile ma vero). I film da sempre hanno scandito a passi decisi quasi tutti i giorni della mia vita, spesso mi hanno salvata da profonde angosce, un po’ come fa la musica. L’amabile 3…2…1…Clic! ha detto che non potevo sfuggire da questa nomination ed eccomi qui che con estremo piacere vi elenco i miei film preferiti in ordine alfabetico, anche se, ahimè, dovrò lasciarne fuori tantissimi che meriterebbero di esserci. L’iniziativa di 3…2…1…Clic! di partire da un numero e aggiungere un pezzo di una colonna sonora mi è piaciuta molto, perciò copio senza vergogna! Ci siamo!

0 – 47 Ronin
A – Le Ali della libertà
B – The Blues Brothers
C – C’è posta per te
D – Dragon
E – Ecce Bombo
F – Forrest Gump
G – Gatto nero Gatto bianco
H – Harold & Maude
I – Interstate 60
J – Jesus Christ Superstar
K – Kill me please
L – Leon
M – Mediterraneo
N – The Nightmare Before Christmas
O – Ogni cosa è illuminata
P – Point Break
Q – Qualcuno volò sul nido del cuculo
R – Ragazze Interrotte
S – I Soliti Sospetti
T – Thelma & Louise
U – Una Storia Vera
V – Vi presento Joe Black
W – Will Hunting
X – X-Men – Le origini: Wolverine
Y – Youth
Z – Zelig

Ora è il turno di spiegarvi un po’ di regole:
– citare l’ideatrice del tag (lapolly) e il blog che vi ha taggato
– mantenere l’immagine all’inizio di questo post
– elencare in ordine alfabetico i film che vi piacciono di più
– nominare 5 (o +) bloggers

À vous, mesdames et messieur!

Chi ha deciso cosa è giusto e cosa è sbagliato? Chi ha detto un bel giorno che questo è bianco e quello è nero? Per davvero, io non lo so più. Spegniti piccola testolina, smetti di girare all’impazzata e trova il tuo ritmo.

https://m.youtube.com/watch?v=Y-01dsXDqGE

Vera? Non so fino a che punto.
Erotica? Come me, nessuno mai.
Romantica? Si fa presto a dire amore.
Oppure..
Non credo a niente di tutto ciò.
Infondo cosa sei?
Come una nuvola verrai spazzata via
Affogando in un mare di lacrime.

Liebster Award 4.0

liebster-awards-il-panchinologoCi voleva espressamentespresso e la sua nomination a farmi mettere il primo titolo ad un articolo sul mio blog! Grazie ancora per la nomination, cara! Per chi ancora non sapesse di cosa stiamo parlando, il Liebster Award 4.0 è un premio che viene assegnato dai blogger ad altri blogger, per permettere a tutti, anche ai meno attenti, di poter leggere le corbellerie che vengono regolarmente postate. Non è divertentissimo? Tutto quello di cui avete bisogno è: un paio di forbici con la punta arrotondata, del cartoncino, colla vinilica e.. Va bene, facciamo i seri. Le regole del Liebster Award 4.0 sono le seguenti:

  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato;
  • Rispondere alle 10 domande poste dal blogger;
  • Nominare altri 10 blog con meno di 200 followers;
  • Porre 10 domande ai 10 blog nominati.

Ed ecco a voi le domande che mi sono state poste da espressamentespresso (lo so che state morendo dalla curiosità):

  1. Cosa ti ha spinto a creare il tuo blog? La voglia di evasione unita al desiderio di riprendere a scrivere per me. Sarà banale dire che stavo attraversando un “periodo” un po’ complicato, ma aprire questo blog è stato come tornare a respirare.
  2. Da cosa ti lasci ispirare quando scrivi? Dai momenti della mia vita, che sebbene somiglino a quelli di altre persone, cerco di esorcizzarli nella maniera più semplice.
  3. Cosa provi quando scrivi? Un forte senso di benessere, come se tutti i pensieri che ristagnano dentro di me, riuscissero a diventare leggeri come un soffio di vento.
  4. Pubblicizzi il tuo blog? Come? Ecco. Non so nemmeno come si pubblicizzi una lavatrice, figuriamoci un blog!
  5. Descrivi il tuo blog. Una stanza dove mi sento me stessa, al sicuro, pronta a mostrarmi così come sono.
  6. Che tipo di blog segui? Blog personali, di musica e cinema, di poesie, di cucina.
  7. Hai parlato ai tuoi amici del tuo blog? A qualcuno. La verità è per pochi.
  8. Se si, cosa ne pensano? Ne sono entusiasti, o per lo meno è quello che mi dicono.
  9. Se no, cosa ti ha spinto a non farlo? Signor giudice, ho detto la verità!
  10. Perché hai scelto WordPress e non un’altra piattaforma. Perchè una mia amica aveva aperto un blog da poco qui e ho voluto seguire il suo consiglio, perchè qui è come stare a casa.

Ed ora il momento delle nomination! Nomino:

  1. anche se ha già ricevuto una nomination, https://volperomana14.wordpress.com;
  2. la riflessiva https://paroledi.wordpress.com/;
  3. l’incantevole http://321clic.com/ che forse si sarà annoiata di ricevere continue nomine;
  4. la tagliente https://maximwalker.wordpress.com/, ma quanto mi piace ‘sta ragazza!
  5. l’interessante https://thefasthustler.wordpress.com/;
  6. lo stuzzicante http://vegandelice.com/;
  7. la divertente https://lavitadigrimilde.wordpress.com/;
  8. l’elegante desaparecido https://unknownpleasures81.wordpress.com/;
  9. l’irriverente https://estikazzi.wordpress.com/ (irriverente per me è un complimento, eh!);
  10. l’etnicissima https://strambazaar.wordpress.com/.

Le mie domande sono:
Perché hai creato il tuo blog?
Cosa cerchi di esprimere con il tuo blog?
Cosa pensi che i followers cerchino leggendoti?
C’è un momento particolare della giornata in cui ti piace scrivere?
Cosa ispira i tuoi articoli?
Riesci ad esprimere con la stessa facilità o tuoi pensieri al di fuori di wordpress?
Quale motivo ti spinge a seguire altri blog?
Ti piacerebbe avere più visibilità?
Cosa pensi di coloro che seguono il tuo blog?
Ti ha divertito sapere di essere stato/a nominato/a?

Grazie a tutti per l’attenzione e buon Liebester Award 4.0 a tutti!

Stanotte ho sognato, come mi capita spesso di fare, qualcosa di davvero angosciante. Non che la mia vita in questo preciso, esatto, distinto momento sia ciò che comunemente chiamano “Rose e fiori”, che nemmeno il più banale fioario lo sceglierebbe mai, proprio perchè sfacciatamente superstizioso.

In questo sogno, ambientato nonsodove, incontravo in una strada un ragazzo che conosco, poco, e che nella vita reale detesto per la sua morale viscida e qualunquista. Un po’ anche perchè voleva trascinarmi nel suo letto e al mio “No, grazie, nemmeno se fossi in vena di fare beneficienza” , come spesso accade, mi sono trasformata magicamente in una stronza spietata, con un aggiunta di ‘zoccola che vuole solo il figo palestrato’ che non guasta mai. Come se poi lo fossi realmente.

Non sono cattiva, mi disegnano così.

Ecco, nel sogno mi inseguiva. All’inizio distante, ma al mio solo sguardo di riconoscimento era diventato la mia ombra. Voleva toccarmi. Voleva stringermi a sè. Provavo a respingerlo, a volte anche provando a fargli del male, ma lui era lì, impassibile. Tornava sempre.

Forse dentro di me so già qual è il significato di questo sogno.

Ci sono quei giorni, quelle settimane, quei mesi che vorresti vivere in completa atarassia.
Zero turbamenti e alla via così.

Poi invece ti capita qualcosa di insolito, anche se non lo vuoi. Anche se non vorresti provare nulla, invece c’è un campanellino che suona dentro di te per ricordarti che sei viva.

Chissà perchè. E ti ritrovi a sorridere, anche se sei al centro dell’uragano e intorno a te c’è solo caos e distruzione.